Artrosi

Pubblicato il 14 marzo, 2012, in: Patologie, Rubrica da

L’artrosi è una malattia degenerativa articolare a carattere evolutivo, che origina dalla cartilagine articolare e, con il tempo, coinvolge le altre componenti dell’articolazione.
Alla degenerazione si associa spesso l’infiammazione della membrana sinoviale che determina la sintomatologia dolorosa. Nell’artrosi vengono colpite principalmente le articolazioni di carico.

Si distinguno due tipi di artrosi:

  • artrosi primitiva
  • artrosi secondaria

L’artrosi primitiva interessa le articolazioni normali senza alcuna causa apparente, biologica o meccanica, tale da giustificare la genesi del processo degenerativo.

L’artrosi secondaria
è dovuta a patologie che hanno alterato, la meccanica o la biologia dell’articolazione, in particolare la cartilagine articolare.
Tra queste sono comprese gli esiti di fratture, le deformità assiali degli arti, congenite o acquisite, malattie congenite o dell’accrescimento (displasia congenita dell’anca), instabilità articolari post-traumatiche, neuropatie, malattie endocrine, malattie infiammatorie ed infettive dell’articolazione e nel rachide, la scoliosi.

Gioca un ruolo fondamentale anche il rispetto per il proprio corpo in quanto l’obesità può determinare lo sviluppo e l’aggravamento dell’artrosi sia primitiva che secondaria. La sintomatologia è data dal dolore, dalla limitazione funzionale, dalla riduzione della mobilità articolare, dall’aumento del volume dell’articolazione e, nelle fasi più avanzate dalla deformità.

Il dolore modesto nelle fasi iniziali, diventa sempre più frequente fino ad essere continuo persino durante la notte. La limitazione funzionale è legata sia al dolore che alla ridotta mobilità articolare, con conseguenza che il paziente assume atteggiamenti viziosi. La rigidità articolare inizialmente moderata al mattino diventa sempre più continua causando atteggiamenti e posture viziose.

L’aumento di volume dell’articolazione è frequente soprattutto nelle articolazioni superficiali (ginocchio e spalla). Infine il persistere ed il porgressivo aggravarsi della rigidità produce nel tempo deformità articolari irriducibili.

A livello diagnostico l’artrosi in fase avanzata specie nelle grandi articolazioni degli arti è generalmente facile da riscontrare sulla base dei sintomi e dei segni sopra elencati, tuttavia la conferma della malattia deve avvenire sempre grazie all’ausilio della diagnostica per immagini.



Prodotti correlati:

 

Condividi!
быстрые займы на карту через интернет