Ernia del disco

Pubblicato il 18 gennaio, 2012, in: Colonna Vertebrale, Rubrica da

L’ernia del disco colpisce più frequentemente il sesso maschile tra i 35 e i 50 anni, avviene conseguentemente a sollecitazioni anche lievi (alzarsi da una sedia, sollevare un qualsiasi peso, etc.). L’alterazione colpisce in genere l’ultimo disco lombare, meno frequente l’interesse del penultimo (lombocruralgia). È molto rara l’ernia discale a livelli superiori nel tratto lombare.
La sintomatologia consiste in: dolore in sede lombare, spontaneo, trafittivo, che aumenta alla pressione dei muscoli paravertebrali della zona del disco interessato, contrattura muscolare, rigidità del rachide lombare e quindi limitazione di qualsiasi movimento del tronco; dopo alcuni giorni diminuisce il dolore spontaneo ma rimane quello locale e quello irradiato all’arto inferiore.

Il dolore periferico ossia quello che si irradia in corrispondenza della radice interessata riguarda la radice L5 , la radice S1 e la radice L5 ed S1 contemporaneamente. Se la radice colpita è L5 il dolore si irradia nella zona postero-esterna della coscia, laterale della gamba e dorsale del piede, fino a raggiungere l’alluce.

Se la radice colpita invece è la S1 il dolore si irradia nella zona posteriore della coscia, posteriore della gamba e plantare del piede, fino alle ultime due dita del piede. Quando vi è l’interessamento contemporaneo delle radici L5 e S1 dello stesso lato, l’irradiazione dolorosa interesserà contemporaneamente entrambe le zone.

Altri sintomi possono essere formicolii, alterazioni dei riflessi, deficit del tono muscolare, deficit motori.

Prodotti correlati:

 

Condividi!
быстрые займы на карту через интернет